Scienza aperta e società dell'informazione

Sugli scaffali è arrivato un saggio di Alessandro Delfanti edito da Eleuthera "Biohacker. Scienza aperta e società dell'informazione". E subito si pensa all'open access, all'open source che irrompono nei laboratori e cambiano le regole del gioco scientifico. 
Non può non essere citato il caso, esemplare, di Ilaria Capua e la su sfida alle regole, rigide, dell'accesso riservato ai database della OMS dove si rifiutò di depositare anni fa una scoperta sua e del suo gruppo sul virus dell'aviaria per renderla disponibile a tutta la comunità scientifica 

Testata: 
Il Manifesto
Data: 
Mercoledì 30 Ottobre 2013