Devo rispetto al tempo che mi resta

La Camera dei Deputati ha accolto le mie dimissioni. Lo ha fatto con 238 voti favorevoli e 179 contrari. La cortesia istituzionale, mi hanno detto, vuole che il ramo del Parlamento a cui il parlamentare appartiene le respinga la prima volta. 

Con me, assolta perché il fatto non sussiste dopo una vicenda giudiziaria cui non voglio attribuire aggettivi, non è stato così. Anche se alcune dichiarazioni di voto a mio sostegno sono state toccanti...Ma ormai questo fa parte di un altro tempo. Già, il tempo. Se ho deciso di lasciare l'Aula e tornare al mio luogo naturale, il laboratorio, l'ho fatto per rispetto anche del tempo che passa. Che, per noi uomini, è limitato e che non dobbiamo lasciar fluire ma vivere, aggredire con impegno, passione, ed obiettivi, per seguire la nostra vocazione.

Sentimenti che ho voluto spiegare ai colleghi deputati con un discorso il cui testo è  qui allegato.

Testata: 
Corriere della Sera
Data: 
Giovedì 29 Settembre 2016