Advocacy

top

Italiano

Che cosa ho appreso dalla politica? Che ci sono mondi che non comunicano tra di loro, rimanendo realtà isolate e impermeabili ai cambiamenti che stanno percorrendo la società. Alla qualità e all’efficacia della comunicazione è associato, molto spesso, il successo di iniziative nonché la sensibilizzazione dei cosiddetti portatori d’interesse verso tematiche innovative, e trasversali, la cui diffusione e presa di coscienza sono indispensabili per affacciarsi al futuro con un approccio diverso.

Iniziative e progetti, di per sé meritevoli, possono diventare vincenti solo se di ampio respiro. Non basta quindi, per tematiche come la leadership femminile, la salute globale, lo sviluppo sostenibile, volgere lo sguardo ad un orizzonte limitato quale può essere, oggi, quello nazionale: è fondamentale riferirsi a avviare una politica di benchmark con quanto avviene negli altri Paesi.
Venendo al mio settore d’elezione, la ricerca, è importante prevedere una attività di contestualizzazione “a rete”: dove un progetto venga collegato ad altri progetti contemporanei sui quali può avere ricadute (ad esempio salute e ambiente oppure ambiente e politiche energetiche).
Ho deciso di confrontarmi con questa sfida e, attraverso l’esperienza maturata nel contesto internazionale, scientifico e politico, raccolgo idee e proposte cui dare il mio sostegno per comunicarle in maniera adeguate e per rafforzarle.